1:1200  MS TROLLFJORD

NAVI IN PLASITCA

1:1200 MS TROLLFJORD

15,90 €
1:700 U.S.S. FLETCHER DD-445

NAVI IN PLASITCA

1:700 U.S.S. FLETCHER DD-445

10,00 €
1:720 HMS  ARK ROYAL AND TRIBAL CLASS DESTROYER
1/1000 STARTER KIT TITANIC

NAVI IN PLASITCA

1/1000 STARTER KIT TITANIC

30,00 €
1/108 Harbour Tug Boat (Civil Ships)

NAVI IN PLASITCA

1/108 Harbour Tug Boat (Civil Ships)

Scatola di montaggio in plastica prodotta da REVELL in scala 1/108

22,00 €
1/108 MODEL SET HARBOUR MTUG BOAT

NAVI IN PLASITCA

1/108 MODEL SET HARBOUR MTUG BOAT

Scatola di montaggio in plastica della ditta REVELL completa di coll,pennello e colori,

35,00 €
1/1200 125 YEARS HURTIGRUTEN

NAVI IN PLASITCA

1/1200 125 YEARS HURTIGRUTEN

Scatola di montaggio in plastica prodotta dalla REVELL in scal 1/1200.

30,00 €
1/1200 AIRCRAFT CARRIER SHINANO

NAVI IN PLASITCA

1/1200 AIRCRAFT CARRIER SHINANO

8,25 €
1/1200 BISMARK

NAVI IN PLASITCA

1/1200 BISMARK

6,00 €
1/1200 FRENCH HELICOPTER CARRIER JEANNE D'ARC R97
1/1200 HMS KING GEORGE V

NAVI IN PLASITCA

1/1200 HMS KING GEORGE V

14,00 €
1/1200 M/S COLOR MAGIC

NAVI IN PLASITCA

1/1200 M/S COLOR MAGIC

15,00 €
1/1200 R.M.S. TITANIC

NAVI IN PLASITCA

1/1200 R.M.S. TITANIC

Il RMS Titanic è stato un transatlantico britannico della classe Olympic, diventato famoso per la collisione con un iceberg nella notte tra il 14 ed il 15 aprile 1912 e il conseguente drammatico naufragio[1] avvenuto nelle prime ore del 15 aprile. Secondo di un trio di transatlantici, il Titanic, assieme ai suoi due gemelli Olympic e Britannic, fu progettato per offrire un collegamento settimanale di linea con l'America e garantire il dominio delle rotte oceaniche alla White Star Line.[2] Costruito presso i cantieri Harland and Wolff di Belfast, il Titanic rappresentava la massima espressione della tecnologia navale del tempo ed era il più grande e lussuoso transatlantico del mondo. Durante il suo viaggio inaugurale (da Southampton a New York, via Cherbourg e Queenstown), entrò in collisione con un iceberg alle 23:40 (ora della nave) di domenica 14 aprile 1912. L'impatto con l'iceberg provocò l'apertura di alcune falle sotto la linea di galleggiamento allagando i primi 5 compartimenti stagni del transatlantico, che 2 ore e 40 minuti più tardi si inabissò (alle 2:20 del 15 aprile) spezzandosi in due tronconi.[3] Nel naufragio persero la vita 1 518 dei 2 223 passeggeri imbarcati compresi i 900 uomini dell'equipaggio; solo 705 persone riuscirono a salvarsi (alcuni dei quali morirono subito dopo essere portati a bordo del Carpathia), 6 delle quali salvate fra la gente finita in acqua.[4][5][6] L'evento suscitò un'enorme impressione sull'opinione pubblica e portò alla convocazione della prima conferenza sulla sicurezza della vita umana in mare.

10,00 €
1/1200 RMS TITANIC

NAVI IN PLASITCA

1/1200 RMS TITANIC

60,00 €
1/1200 ROMA

NAVI IN PLASITCA

1/1200 ROMA

La Roma fu una nave da battaglia, la terza unità della classe Littorio e rappresentò il meglio della produzione navale bellica italiana della seconda guerra mondiale.[1] Costruita dai Cantieri Riuniti dell'Adriatico e consegnata alla Regia Marina il 14 giugno 1942, fu danneggiata da un bombardamento aereo statunitense quasi un anno dopo mentre era alla fonda a La Spezia, subendo in seguito altri danni che la costrinsero a tornare operativa solamente il 13 agosto 1943. A seguito dell'armistizio italiano, alla Roma fu ordinato, assieme ad altre navi militari, di raggiungere l'isola sarda della Maddalena, come concordato con gli Alleati. La squadra navale italiana, tuttavia, fu attaccata da alcuni bombardieri tedeschi che, servendosi delle bombe radioguidate plananti Ruhrstahl SD 1400, affondarono la corazzata il 9 settembre 1943. Nei suoi quindici mesi di servizio la Roma percorse 2.492 miglia in venti uscite in mare, senza partecipare a scontri navali, consumando 3.320 t di combustibile, rimanendo fuori servizio per riparazioni per sessantatré giorni.[2] Il 28 giugno 2012 il relitto della corazzata è stato rinvenuto a 1000 metri di profondità ed a 16 miglia dalla costa nel golfo dell'Asinara dopo decenni di ricerche.[3][4]

12,00 €
1/1200 U.S.S. ENTERPRISE

NAVI IN PLASITCA

1/1200 U.S.S. ENTERPRISE

7,92 €
7,92 €
1/1200 U.S.S. MISSOURI

NAVI IN PLASITCA

1/1200 U.S.S. MISSOURI

12,00 €
1/1200 USS HORNET

NAVI IN PLASITCA

1/1200 USS HORNET

Scatola di montaggio in plastica della detta REVELL in scala 1/1200.

15,00 €
1/1200 YAMATO

NAVI IN PLASITCA

1/1200 YAMATO

8,00 €
1/132 USS BON HOMME RICHARD

NAVI IN PLASITCA

1/132 USS BON HOMME RICHARD

48,13 €
1/142 NAVE MORTHSEA

NAVI IN PLASITCA

1/142 NAVE MORTHSEA

Un peschereccio noto anche come dragger, è un peschereccio commerciale destinato ad operare le reti a strascico. Il peschereccio è un metodo di pesca che coinvolge attivamente la trascinamento o la tiratura di una reti da traino attraverso l'acqua dietro uno o più pescherecci da traino. Le reti da traino sono reti da pesca che vengono tirate lungo la parte inferiore del mare o in mezzo acqua a una profondità specificata. Un peschereccio può operare contemporaneamente due o più reti a strascico (doppio rig-rig e multi-rig). Ci sono molte varianti di attrezzi a strascico. Esse variano secondo le tradizioni locali, le condizioni di fondo e quanto sono grandi e potenti le imbarcazioni a strascico. Una barca a strascico può essere una piccola barca aperta con soli 30 cavalli o una grande nave di fabbrica con 10.000 cavalli. Le varianti di trawl comprendono le reti a strascico, le reti da traino a grande apertura e le grosse reti a strascico, come "tramogge", munite di ruote in gomma pesante che permettono alla rete di scivolare sul fondo roccioso.

25,00 €
1/144 EIDECHSE CLASS GERMAN ISM

NAVI IN PLASITCA

1/144 EIDECHSE CLASS GERMAN ISM

55,00 €
1/144 FAIRPLAY BOAT

NAVI IN PLASITCA

1/144 FAIRPLAY BOAT

Quando le navi arrivano al loro porto di destinazione con migliaia di miglia nautiche di oceano dietro di loro, hanno ancora la parte difficile davanti. Questo è dove i rimorchiatori di porto entrano in gioco, manovrando le navi enormi in bacino. La compagnia di spedizione Fairplay di Amburgo ha messo in stazione molti dei suoi rimorchiatori in porti in tutta Europa per esattamente questo compito. Questa compagnia rimorchiata è stata fondata nel 1905 ed è ricca di tradizione. Tra le altre, ha le navi sorelle Fairplay I stazionate a Rotterdam, Fairplay III ad Anversa e Fairplay X a Amburgo. I due motori ciascuno forniscono 1850 chilowatt di potenza e sono abbinati a due azionamenti a Z, dove lo sterzo e l'elica sono alloggiati in un gruppo rotante a 360 °, dando alle navi la potenza e la manovrabilità ottimali. Il ponte è strutturato come una struttura in vetro alto, al fine di garantire una visibilità ottimale per una condotta sicura attraverso stretti porti. Il valore del tiro di paletto per questo tipo di rimorchiatore è di 70 tonnellate.

25,00 €
1/144 HMCS SNOWBERRY FLOWER CLASS CORVETTE

NAVI IN PLASITCA

1/144 HMCS SNOWBERRY FLOWER CLASS CORVETTE

HMCS Snowberry era una corvetta di classe di fiori originariamente costruita per la Royal Navy, ma ha trascorso la maggior parte della guerra in servizio con la Royal Canadian Navy. Ha combattuto soprattutto come accompagnatore di convogazione durante la seconda guerra mondiale. Serve soprattutto nella battaglia dell'Atlantico.

55,00 €
1/144 HMS BUTTERCUP

NAVI IN PLASITCA

1/144 HMS BUTTERCUP

Scatola di montaggio in plastica della ditta REVELL in scala 1/144.

59,90 €
1/144 LCM 3 50 LANDING CRAFT

NAVI IN PLASITCA

1/144 LCM 3 50 LANDING CRAFT

Un mezzo o imbarcazione da sbarco (in inglese: landing craft) è una nave militare di piccole dimensioni in grado di trasportare uomini, armi e mezzi e capace di arrivare in una zona di assalto costiera partendo da una unità navale più grande che ne sia la base. Con il termine naviglio da sbarco si intendono invece sia i mezzi o imbarcazioni da sbarco propriamente detti (in inglese: landing crafts; abbreviato in L.C.) che le navi attrezzate per trasportare le truppe, gli armamenti, i veicoli e i mezzi da sbarco da utilizzare nella fase dell'assalto (in inglese: landing ships; abbreviato in L.S.).[1] Questo tipo di mezzi sono stati creati durante la prima guerra mondiale, ma è solo durante la seconda guerra mondiale e gli sbarchi alleati in Normandia, nel Mediterraneo e nel Pacifico, che sono state messe a punto le varie tipologie differenti. La maggior parte dei mezzi erano di produzione statunitense e in parte di produzione britannica. Nel dopoguerra questo tipo di mezzo è stato usato in molte operazioni militari, dagli inglesi e dai francesi durante la crisi di Suez, dai francesi durante la guerra d'Indocina, dagli americani durante la guerra del Vietnam e più in generale in tutte le operazioni anfibie. Le imbarcazioni da sbarco consentono quindi di sbarcare truppe e mezzi da una nave d'assalto anfibio o da una nave da trasporto o sbarco anfibio.

52,00 €
1/144 SCHNELLBOOT S-143

NAVI IN PLASITCA

1/144 SCHNELLBOOT S-143

La classe tipo Gepard tipo 143A è una classe di imbarcazioni a veloce attacco missilistico (tedesco: Schnellboot) e l'unica ancora in servizio con la Marina tedesca prima che le rimanenti quattro navi operative vengano disattivate il 16 novembre 2016. È un'evoluzione della classe Albatros, la differenza principale è la sostituzione della seconda pistola da 76 mm dal sistema RAM. Si prevede che le navi Gepard saranno gradualmente integrate da corvette di classe Braunschweig e saranno sostituite da una nuova classe di corvette negli anni 2020. Le navi in ​​classe sono chiamate dagli animali predatori piccoli o medi; Gepard è tedesco per "ghepardo".

27,93 €
1/144 US NAVY LANDING SHIP MEDIUM

NAVI IN PLASITCA

1/144 US NAVY LANDING SHIP MEDIUM

Le Landing Craft, Vehicle, Personnel o LCVP costituivano la principale tipologia di imbarcazioni per lo sbarco di truppe e veicoli utilizzata, durante la seconda guerra mondiale, dalle forze alleate. Venivano indicate anche come Higgins Boat, dal nome del progettista e principale costruttore. Durante il conflitto ne furono costruite più di 23.000, dalla Higgins Industries e da altre ditte su licenza tra il 1942 e il 1945 in diverse versioni. Il termine LCVP nasce come hull classification symbol (simbolo di classificazione di scafo) dell'US Navy, ma è usato talvolta per estensione anche per indicare mezzi di questo tipo da marine di altre nazioni. Lo scafo era costruito principalmente in compensato ed aveva il fondo piatto. Il loro impiego prevedeva che queste imbarcazioni, una volta raggiunta la spiaggia si arenassero, per il tempo necessario allo sbarco, e poi disincagliandosi tornassero verso le navi per un nuovo carico. L'equipaggio era costituito da pilota, meccanico e marinaio. Questi ultimi due, durante le operazioni svolgevano il compito di mitraglieri utilizzando le due armi di cui disponeva l'imbarcazione. In alcuni casi veniva imbarcato, su pochi mezzi, un quarto uomo che aveva la funzione di segnalatore o di comandante dell'intera ondata di mezzi da sbarco. L'imbarcazione poteva trasportare un plotone al completo (36 soldati) o un veicolo della grandezza di una Jeep oppure 12 soldati e una Jeep insieme alla velocità di 16 km/h (10 mph). L'imbarcazione disponeva a prua di una rampa in acciaio che poteva essere utilizzata sia per l'accesso che, uso più frequente, per l'uscita dei soldati o del mezzo. Di solito i soldati prendevano posto nell'imbarcazione in alto mare scendendo, con l'aiuto di una rete posizionata sulla fiancata della loro nave trasporto, verso il mezzo che li attendeva al suo fianco. Anche il veicolo poteva venire caricato sul mezzo, sempre al largo, con le gru della nave. Gli LCVP furono utilizzati su tutti i fronti del conflitto, sia nella Campagna del Pacifico che negli sbarchi avvenuti in Nordafrica e in Europa (Sicilia, Anzio/Nettuno, Normandia, sud della Francia). Durante il solo sbarco in Normandia furono impiegati 1.089 LCVP.

55,00 €
1/150 BLACK PEARL

NAVI IN PLASITCA

1/150 BLACK PEARL

Scatola di montaggio in plastica della detta REVELL in scala 1/150.

35,00 €
1/150 CLIPPER SHIP CUTTY SARK

NAVI IN PLASITCA

1/150 CLIPPER SHIP CUTTY SARK

44,69 €
1/150 GORCH FOCK

NAVI IN PLASITCA

1/150 GORCH FOCK

85,00 €
1/150 MODEL SET PIRATE SHIP BLACK PEARL

NAVI IN PLASITCA

1/150 MODEL SET PIRATE SHIP BLACK PEARL

Scatola di montaggio in plastica prodotta da REVELL in scala 1/150

50,00 €
1/150 UNITED STATES

NAVI IN PLASITCA

1/150 UNITED STATES

La USS United States era una fregata a vela a tre alberi, varata nel 1797 e rimasta in servizio con l'US Navy fino al 1849. Fu la prima nave da guerra americana a portare questo nome. Nel 1861 fu riattivata dalla Marina Confederata e fu definitivamente demolita nel 1865. Il 27 marzo del 1794 il Congresso americano emanò la legge navale (Act to Provide a Naval Armament) con la quale veniva costituita la marina militare degli Stati Uniti e si autorizzava contestualmente la costruzione di una prima serie di sei fregate progettate dai cantieri navali di Philadelphia su disegno del progettista Joshua Humphreys e del capitano Thomas Truxtun. La prima unità della serie fu la fregata USS United States, varata il 10 maggio del 1797 ed entrata in servizio l'11 luglio successivo, al comando del capitano John Barry che era stato un eroe della Guerra d'Indipendenza.[1] La nave era di grande dislocamento per essere una fregata, e con armamento decisamente più pesante delle sue omologhe inglesi dell'epoca; per esempio la sua bordata era di 864 libbre contro le 528 libbre di una fregata pesante inglese da 38 cannoni armata con cannoni lunghi da 18 libbre. Solo dopo parecchi anni le marine francese ed inglese metteranno in servizio delle navi pressoché equivalenti come potenza di fuoco. La nuova nave fu subito impiegata nella guerra non dichiarata che contrappose gli Stati Uniti e la Francia a partire dal 1798 e fino al 30 settembre del 1800, quando fu sottoscritto il trattato di Mortefontaine che pose fine alle ostilità.[2] Durante il conflitto, che fu condotto soprattutto per mare, la United States si impegnò soprattutto a dare la caccia alle navi corsare francesi che insidiavano il traffico commerciale americano nel Mar dei Caraibi. Il 21 agosto del 1798 la fregata fece base nel porto di Bridgetown (Barbados) assieme alla Delaware, una nave ex-mercantile acquistata e militarizzata dall'US Navy. Il giorno successivo la United States inseguì e catturò la nave corsara francese Sans Pareil.[1] Il 4 settembre la fregata catturò un'altra nave corsara, la Jalouse e alcuni mesi dopo, il 3 febbraio 1799, affondò la L'Armour de la Patrie e ne catturò i marinai superstiti che furono utilizzati per uno scambio con 58 marinai americani imprigionati a Guadalupa. Il 26 febbraio la fregata riuscì a intercettare e a liberare il mercantile Cicero che era stato catturato dai francesi. Nelle settimane seguenti ulteriori navi da guerra si unirono alla United States per formare una squadra navale posta sotto il comando di Barry. Il 26 marzo, al largo di Antigua, la United States catturò la corsara La Tartueffe e liberò lo sloop americano Vermont.[1] Il 19 aprile 1799 Barry lasciò il comando della squadra al commodoro Truxtun e la United States si dedicò a scortare i convogli di mercantili in rotta tra gli Stati Uniti e l'Europa. Con la fine delle ostilità con la Francia, sancita dal trattato di Mortefontaine del 30 settembre 1800, la fregata fu richiamata in patria e il 6 giugno del 1801 fu ritirata dal servizio attivo, rimanendo ormeggiata nel fiume Potomac..

32,00 €
1/1750 FRENCH CARRIER CLEMENCEAU/FOCH

NAVI IN PLASITCA

1/1750 FRENCH CARRIER CLEMENCEAU/FOCH

5,83 €
5,83 €
1/180 USS LIONFISH

NAVI IN PLASITCA

1/180 USS LIONFISH

USS Lionfish (SS-298), a Balao-class submarine, was the only ship of the United States Navy named for the lionfish, a scorpaenid fish native to the Pacific and an invasive species found around the Caribbean. She was designated a National Historic Landmark in 1986, and is now on display at Battleship Cove in Fall River, Massachusetts.

24,70 €
1/200 BISMARCK DETAIL UP SET

NAVI IN PLASITCA

1/200 BISMARCK DETAIL UP SET

I LOVE KIT: DETAIL UP SET PER BISMARCK SCALA 1/200 TRUMPETER 200 PARTI IN METALLO – 11 FOGLI FOTO-INCISIONI – 20 PARTI IN RESINA – PONTE IN LEGNO

350,00 €
1/200 HERMANN MARWEDE

NAVI IN PLASITCA

1/200 HERMANN MARWEDE

Nave in kit da costruire Revell 05812 Seenotkreuzer Hermann Marwede 1:200 La "Hermann Marwede" è una delle navi più moderne al mondo e il più grande incrociatore di emergenza mai entrato in servizio in Germania. Nell'estate 2003 si è tenuto il battesimo, ora staziona sull'isola di Helgoland. La velocità massima è di 25 nodi (46,3 km/h), la portata massima di 3.926 km. Per l'azionamento garantiscono 3 motori con una potenza complessiva di 9.250 PS. A bordo si trovano un ospedale, una gru, un gommone, dispositivi antincendio e un ponte elicotteri. Il tender può raggiungere una velocità di 18 nodi e viaggiare anche in acque molto basse. Dalla sua fondazione nel 1865 le imbarcazioni di salvataggio del DGzRS hanno tratto in salvo 76.000 persone. Il lavoro delle truppe di salvataggio viene finanziato esclusivamente mediante donazioni

12,00 €
1/200 MS MIDNASTSOL

NAVI IN PLASITCA

1/200 MS MIDNASTSOL

7,00 €
1/200 NAVE MIKASA 1902

NAVI IN PLASITCA

1/200 NAVE MIKASA 1902

La Mikasa (三笠?) fu una nave da battaglia pre-dreadnought della Marina imperiale giapponese impostata il 24 gennaio 1899 nel cantiere di Armstrong, Elswick, varata l'8 novembre 1900 e completata il 1º marzo 1902. Fu la nave ammiraglia dell'ammiraglio Tōgō Heihachirō alla battaglia di Tsushima del 1905, durante la guerra russo-giapponese. Attualmente è conservata come nave museo a Yokosuka.

200,00 €